Sulla Legge del Terzo

0
425

Nella sperimentazione teorica dell’applicazione della Legge del Terzo sappiamo per certo che i 2/3 dei 90 numeri del gioco del lotto, tenderanno a sortire entro le 18 estrazioni, mentre il restante terzo resterà buono buono all’interno dell’urna.

Ai fini pratici, seguendo letteralmente la suddetta Legge, ci troveremo ad assistere alla sortita di circa 60 numeri in 18 estrazioni, mentre essendo estratti 5 numeri a ogni sorteggio, teoricamente, alla fine delle 18 estrazioni ne dovremmo contare 90.

Se i 2/3 dei 90 numeri, quindi 60, corrispondono a una media di sortita, per estrazione, di:

60:18=3,333333

Possiamo, quindi, dire che secondo la Legge del Terzo 3,333333 numeri, dei cinque possibili a ogni estrazione, apparterranno a questi 60 numeri, mentre i restanti 1,666667 numeri, dei cinque sorteggiati per estrazione, faranno parte, sempre, di questi 60 numeri, che tenderanno a ripetersi.

Stabilire quali numeri siano, quelli più idonei alla loro ripetizione, è un’indagine analitica ancora in corso d’opera, ma alcuni parametri facilmente calcolabili consentono di dire come, in linea teorica, dovrebbe essere il loro comportamento.

La piccola tabellina che segue rappresenta l’evoluzione teorica che, tendenzialmente, nelle 18 estrazioni del ciclo teorico, dovrebbe seguire la massa dei 60 numeri appartenenti ai 2/3.

 

Num. Estrazione

Ripetizioni nei 2/3

2/3 dei 90

1

1,666666667

3,333333333

2

3,333333333

6,666666667

3

5

10

4

6,666666667

13,33333333

5

8,333333333

16,66666667

6

10

20

7

11,66666667

23,33333333

8

13,33333333

26,66666667

9

15

30

10

16,66666667

33,33333333

11

18,33333333

36,66666667

12

20

40

13

21,66666667

43,33333333

14

23,33333333

46,66666667

15

25

50

16

26,66666667

53,33333333

17

28,33333333

56,66666667

18

30

60

 

Nella colonna di sinistra è rappresentato il numero delle estrazioni dalla 1° alla 18°, nella colonna centrale la quantità di numeri che dovrebbe ripetersi a quel dato colpo, dei 5 estratti appartenenti al totale finale dei 2/3 usciti sino a quel colpo, mentre la terza colonna esprime la quantità di numeri che dovrebbe presentarsi a quel dato colpo di gioco, dei 5 estratti appartenenti al totale finale dei 2/3 usciti sino a quel colpo.

A qualsiasi colpo di gioco, con la presente tabella, è possibile sapere quanti numeri dovrebbero essere sortiti e quanti, invece, essersi ripetuti.

E dall’osservazione della distribuzione dei numeri che, successivamente, sarà possibile individuare quelle situazioni statisticamente più indicate allo sfaldamento.

E’ da questo concetto che, poi, prende corpo anche tutta la teoria dell’aspettabilità, e vi si giunge in maniera semplice e comprensibile per tutti.

Questo lo affronteremo in uno dei prossimi interventi.

Indicazioni di gioco dall’estrazione del lotto di oggi 12/11/2013

 

Torino per ambo

50.08.32.73.56.03.76