UN TRATTATO CHE RIVOLUZIONO’ LE CONCEZIONI SUL LOTTO

0
149
UN TRATTATO CHE RIVOLUZIONO’ LE CONCEZIONI SUL LOTTO
UN TRATTATO CHE RIVOLUZIONO’ LE CONCEZIONI SUL LOTTO

UN TRATTATO CHE RIVOLUZIONO’ LE CONCEZIONI SUL LOTTOUN TRATTATO CHE RIVOLUZIONO’ LE CONCEZIONI SUL LOTTO

Nel 1932 la "Gazzetta del Popolo" divulgò buona parte di un volume di Guido da Verona dal titolo “Trattato sulle possibilità impossibili". Il successo riscosso fu enorme anche perché si pose fine (almeno in parte) all’avversione di quei cosiddetti moralisti ed economisti dell'epoca che descrivevano il gioco come una "tassa" od "imposizione volontaria".

Le argomentazioni contenute nel trattato di Guido da Verona diedero la dimostrazione e convinsero non pochi che "non potrebbe verificarsi nessun fenomeno dovuto a ciò che noi chiamiamo azzardo, se l'azzardo stesso, a sua volta, non esistesse come forza e come essenza, cioè come causa determinante di tutte le tangibili manifestazioni che ad esse vengono attribuite".
Questa verità venne rafforzata dalle argomentazioni che negli anni successivi cominciavano ad apparire nelle varie riviste dell'epoca e lentamente anche i detrattori andarono convincendosi delle inutilità, se non dell'errore, di una totale chiusura nei confronti di un gioco che era, si, praticato in larghissima parte in forma empirica, ma che alla fin fine rispondeva ai principi di una disciplina, come il calcolo delle probabilità, che era nata da tantissimo tempo.

Certe cose è bene ricordarle e saperle proprio e soprattutto per evitare che si riporti, da parte di alcuni, indietro di secoli il lotto, affrontandolo con le vecchie ricette che ebbero il solo effetto di ritardare la sua evoluzione e la sua specificità. Lotto Gazzetta ha tentato, e sta tentando, dì contribuire a cancellare questo periodo di oscurantismo, con le sue novità e i suoi interessanti studi, confermati a loro volta da statistiche inedite e complete.

Indicazioni di gioco dall'estrazione del lotto del 27/05/2014

Milano e Napoli estratto 22, per ambo 22.36.56, anche a Tutte