Un sistema per il 10elotto

0
1048
Un sistema per il 10elotto
Un sistema per il 10elotto

Un sistema per il 10elottoUn sistema per il 10elotto

Un sistema nel gioco del 10elotto non ha niente a che fare con metodologie, somme, contro somme, spie e cose di questo genere.

Un sistema è lo sviluppo di un certo numero di combinazioni che, nel rispetto di ben determinate condizioni, garantisce la sorte di gioco inseguita.

La sistemistica non così semplice da spiegare, perché è talmente ampia e complessa, che per discuterla nei suoi diversi aspetti ci vorrebbe un libro. Non ci tiriamo però dietro all’impegno preso e iniziamo a parlare di colonne filtro.

Per prima cosa, in maniera di stare tutti sulla stessa lunghezza d’onda, useremo dei termini a cui daremo un significato perché, poi, saranno quelli utilizzati più di frequente nel corso delle nostre esposizioni.

Un sistema dobbiamo intenderlo composto da un certo numero di combinazioni da mettere in gioco, che per ragioni tecniche e di convenienza noi chiameremo “colonne”.

Una combinazione, ergo una colonna, rappresenterà nel 10elotto una bolletta.

Nel 10elotto la puntata minima è di un euro e si può mettere in bolletta da 1 a 10 numeri. Non starò qui a spiegarne le regole, almeno che non servano a chiarire alcuni aspetti dei discorsi che faremo.

Andiamo subito al sistema che voglio proporre in maniera da rendere un esempio chiarificatore.

Il sistema mette in gioco 20 numeri, la cui condizione statistica è rappresentata da essere composti da quei numeri che nei loro ultimi 10 ritardi consecutivi vantano i venti ritardi più alti, da giocare in ottina e garantire la vincita di almeno un cinque nel rispetto delle seguenti condizioni filtro.

I numeri che concorrono al sistema sono: 24.28.23.10.03.19.70.20.83.34.17.07.87.18.32.84.14.39.02.61

In effetti non si tratta di una vera e propria condizione sistemistica, ma di uno stato dovuto al loro comportamento tenuto nell’urna delle estrazioni.

Utilizzando uno dei vari software di sistemistica, impostiamo una colonna filtro le cui condizioni devono essere rispettate ai fini ultimi delle nostre aspirazioni.

In questa colonna filtro noi diciamo che tra i numeri 02.14.32.18.34.20.70.10.28.24, dieci tra i venti totali, ne debbono sortire, nella colonna vincente 6, o 7, o 8.

Quindi una colonna filtro indica al software di selezionare, dallo sviluppo integrale delle 125.970 combinazioni (colonne), soltanto quelle che hanno al loro interno 6, 7, 8 numeri di quelli selezionati come colonna filtro. In questo modo il nostro sistema riduce già sensibilmente il numero di bollette da mettere in gioco, ben 10.695, ma sono pur sempre tante e non è il caso di giocarle.

Impostiamo allora una ulteriore condizione, ma stavolta di natura riduttiva, ovvero diciamo al software di selezionare dalle 10.695 colonne (ottine) necessarie a garantire la vincita dell’8 nel rispetto delle precedenti condizioni, quelle che indovinando 8 numeri tra i 20 messi in gioco, sempre nel rispetto del filtro impostato, che ci garantiscano di realizzare almeno un cinque.

Dopo qualche secondo il software ci dice che è possibile giocare il sistema esposto con 12 colonne, quindi con 12 bollette da 8 numeri.

Realizzando un “5” in una bolletta da 8 numeri ricopriamo già le spese e vinciamo con un rapporto di 20/12.

Se poi la sorte volesse premiarci perché gli siamo simpatici, potrebbe “incolonnarsi” il”6”, il “7” e perché no, anche un bell’ “8” da 20.000 euro.

Questo lo sviluppo del sistema, da ricopiare così come è proposto

02.03.07.10.14.18.20.24

02.03.07.10.28.32.34.70

02.10.14.17.20.23.34.70

02.10.14.24.28.34.39.61

02.10.14.24.32.70.83.84

02.10.18.19.24.34.70.87

02.10.18.20.28.34.83.84

02.10.18.20.32.39.61.70

02.10.20.23.24.28.32.87

07.14.18.19.20.32.34.70

20.24.28.32.34.61.70.84

10.14.18.24.28.32.70.87