Sul 10elotto

1
260
i premi al 10elotto
i premi al 10elotto

i premi al 10elottoSul 10elotto

Rispondiamo al commento del link https://www.lottogazzetta.it/01/03/2014/una-risposta-impegnativa/

Sig. Pinna buonasera, grazie per la Sua sempre rapida, cortese ed esauriente risposta, che però è riuscita a calmare i miei ormai tiepidi spiriti (riferiti al Lotto). Non Le nego che pensavo di avere individuato una formazione ormai con le estrazioni contate.

Potendo contare attualmente quasi completamente sulla mia peraltro scarsa memoria, ricordavo che quando un sincronone rimaneva completamente solo, perdendo i suoi quattro compagni di estrazione in tempi molto rapidi, non andava molto lontano. Confidavo perciò che anche l’eptambo da me proposto fosse destinato a sfaldarsi velocemente. Pazienza.

Vorrei chiederLe: perché Lei e il Suo team non date uno sguardo al 10e lotto? Con la Vostra competenza potreste ottenere degli ottimi risultati (in termini di vincite, che è poi quello che si cerca giocando). Nel mio piccolo sto avendo molte più soddisfazioni, rispetto al Lotto, non sognando vincite milionarie, ma accontentandomi di 3 punti su 3 o 4su 4, allungando talvolta il biglietto con altri 2 o 3 numeri perché come diceva il buon GORGIA non bisogna tenere chiusa la porta alla fortuna. Il mio sogno è quello di selezionare due o tre formazioni in odore di uscita (formazioni di 2 o 3 numeri, 4 al massimo) e riunirle sperando in uno sfaldamento contemporaneo.

Naturalmente vanno giocate anche le singole formazioni che qualcosa rendono sempre. Essenziale non giocare i numeri delle varie date di nascita, ma numeri ricercati statisticamente. Ieri sera su 20 numeri selezionati ne sono sortiti 8 e siccome ho voluto tentare un sistemino (molto) condizionato e tentare un piccolo colpaccio (8 numeri in ognuna delle 23 schedine avrebbe pagato 20.000 volte la posta) mi sono ritrovato con una rendita minore di quella che avrei ottenuto giocando magari solo 6 numeri per schedina.

Infatti il punteggio più alto ottenuto è stato di 6 punti su 8, con altre schedine con vincite minori e la presenza al loro interno (è naturale) dei 2 numeri assenti nella schedina buona. Non me la prendo perché ho ben chiaro che 20 numeri formano una mole iperbolica di ottine, ed avere quella giusta in 23 biglietti è un sogno. Però dal mio punto di vista è un sogno che si può fare. Sperando di non averLa tediata La saluto. Roberto Barattini

Buonasera a Lei Sig. Barattini,

In merito al sincronone (ambico) di 7 ambi, purtroppo, quelli sono dati reali e il paragone con il sincronone che decade a L=1 in pochi colpi e poi si sfalda anche lui in tempi rapidi, non regge nella realtà delle cose. Sappiamo bene entrambi che le nostre attese, i nostri desideri, i nostri sogni, trovano ben poco spazio quando sono i nostri soldi ad essere messi in gioco.

Per quanto riguarda il discorso del 10elotto è un argomento interessante e posso dirLe, in tutta tranquillità e senza timore d’essere smentito, che prima di dedicarmi esclusivamente al gioco del lotto, sono stato direttore di una importante casa editrice che si occupava di sistemistica: “La Schedina”, “La Settimana del Lotto”, “13 anch’io”.

Sono nato, si fa per dire, sistemista, e nonostante da allora siano passati un paio di decenni e più, ho contribuito con alcuni degli studiosi dell’epoca, mettendoci qualcosina di mio, a ideare e proporre filtri, opzioni, condizioni che, guarda caso, ancora fanno parte dei programmi sistemistici tutt’ora ritenuti di ultima generazione dagli addetti ai lavori.

Una volta quando si proponeva un programma, un qualsiasi software e le sue funzioni, si scrivevano pagine e pagine di teoria per far capire di cosa si stava parlando. Oggi si ha la pretesa che chi si avvicina alla sistemistica sappia già di cosa si stia parlando.

Nutro fortissimi dubbi in merito e credo che non più del 10% di chi utilizza programmi sistemistici sappia e, ad esempio, conosca l’uso e il significatoto dei quadri “and”, dei quadri “or”, o dei recuperi di primo livello.

E’ esistita tutta una letteratura in materia e, come sempre avviene, la tua idea non è più tua ed è pedissequamente copiata da qualcun altro che, a sua volta, è copiata da altri e così via.

Lo scopo della sistemistica (condizionata) è quello di cercare di far coincidere nello stesso tempo, diverse condizioni imposte nello sviluppo del sistema, il tutto allo scopo di ridurre sensibilmente il numero di colonne occorrenti e consentire un esborso economico abbordabile, ma nel rispetto delle condizioni il sistema garantisce la categoria di vincita inseguita.

Sotto questo aspetto il 10elotto è leggermente da favorire nei confronti del gioco del lotto.

Non sono dell’opinione, però, che la statistica applicata al 10elotto possa portare particolari benefici alla stesura di sistemi per questo specifico gioco. Il motivo è che giocando sistemi basati sulla statistica, quindi un certo numero di colonne giocate sempre sino alla sortita dell’esito della condizione statistica imposta, le spese si accumuleranno e non è detto che, vincendo, si ricoprano le spese sino ad allora sostenute.

Più alta è la sorte di gioco inseguita, mi riferisco ai sistemi per il 10elotto, più alto sarà il numero di colonne da mettere in gioco, sperando che quando si vince, il nostro sistema condizionato si “incolonni” con una combinazione che azzecchi la massima categoria di vincita.

Purtroppo questo avviene raramente, in quanto sia i sistemi condizionati che quelli ridotti, oppure i condizionati-ridotti, se rapportati allo sviluppo integrale di tutte le combinazioni occorrenti, vantano un minima percentuale di probabilità di vittoria.

Se, ad esempio, uno sviluppo integrale a copertura totale dei numeri messi in gioco richiede 1000 colonne, e io tramite condizioni, filtri, riduzioni e quant’altro voglia, lo gioco con 20 colonne, avrò il 100% di probabilità se azzecco tutte le condizioni, i filtri, le riduzioni e quant’altro voglia, ma rispetto al sistema integrale la mia probabilità reale è data da (20/1000)*100=2%.

Chiarito questo mi presto volentieri a presentare, disponibilità esterne permettendo, dei sistemi da giocare al 10elotto, cercando come ero solito una volta, di spiegare come e perché si costruisce un sistema, cercando di stare con un piede nella statistica e un altro nella sistemistica.

A presto.

 

1 commento

  1. Salve signor Pinna, mi sono letto da pochissimo l’argomento suo e di Bernardini, dice bene sull’esempio di un integrale(esempio) che alla fine si gioca si e no il 2% di un sistema abbuffato di numeri. Il Sig. Bernardini ha avuto molta fortuna e ne sono contento di questo ma purtroppo ci sono passato anch’io
    che in moltissimi casi non ho trovato l’incolonnamento. Personalmente mi sono ricreduto e invece di giocare tanta quanntità di numeri vado per quasi l’integrale fatto su pochi se non pochissimi numeri.
    Spero che il Signor Bernardini non mi dica e io che ci azzecco? Questa mia intrusione è per chiedere
    ancora una volta al Sig. Pinna se può trasformare “MATEMATICUS” dal lotto a 10eLotto serale o abbinato ai numeri lotto prendendo spunto dai nummeri lotto come primi estratti Dico per dire, però con la possibilità di poterlo aggiornare noi personalmente anche manualmente: Il programma Matematicus non è un buon programma ma un OTTIMO programma da sfruttare appunto al 10eLotto. Parola di Giorgio Antonio.