Studio e ricerca nel lotto

0
71
All'uscita del quarantuno
All'uscita del quarantuno

Studio e ricerca nel lottoStudio e ricerca nel lotto

La strada, o meglio sarebbe dire, le strade da percorrere per giungere a previsioni affidabili, nel gioco del lotto, sono più di una, ma il vero dilemma, il vero scoglio, la vera difficoltà, risiede proprio nello stabilire quale di queste strade, oltre ad essere percorribili, poi effettivamente portino a fare risultato.

Noi ci occupiamo di lotto da svariati decenni oramai, e per quanto possiamo ritenerci profondi conoscitori dei principali e maggiori aspetti della materia, avendo studiato, messo a punto, eseguito tutte le strategie di gioco sino ad ora conosciute, non siamo ancora in grado di stabilire quando questa o quella strategia sia pronta a dare l’esito.

Una cosa comunque è certa ed è dimostrabile, e questo indipendentemente dal tipo di metodologia adottata, perché se la strategia messa in pratica è osservata e studiata statisticamente, saremo in grado di stabilire il grado di fiducia “statistico” da attribuirgli in funzione dei risultati che questa ha nel corso del tempo permesso di realizzare.

Naturalmente tutto questo a prescindere dal tipo di metodo di gioco messo in essere, sia esso fondato sulla matematica sommativa, sui numeri spia, sui simpatici, sul sincronismo e chi più ne ha più ne metta, ma che, necessariamente, ciascuno di questi metodi investigativi siano stati vincolati da profonde e attente analisi statistiche che ne possano determinare la funzionalità nel tempo.

E il vero dilemma risiede proprio in questo. Non è possibile, infatti, affermare di là di ogni ragionevole dubbio, quale tipo di strategia sia migliore di altre, se non mettendole a confronto e a parità di numero di eventi possibili di gioco, verificare gli esiti favorevoli, i tempi d’attesa, dell’una e dell’altra.

Il nostro compito di ricercatori consiste proprio in questo, mettendo in pratica quanto sin qui descritto, in maniera da poter stabilire, nel momento in cui è svolta un’analisi statistica, se questa sia da preferire rispetto a un’altra.

E’ ovvio e legittimo che ciascuno di noi sia portato verso uno specifico campo di studio, ma l’importante è sempre e comunque agire stabilendo, e conoscendo in anticipo, i presupposti statistici che causano gli effetti che noi si va inseguendo.

Anche noi abbiamo le nostre preferenze, senza per questo disdegnare altri campi di ricerca che comunque teniamo nella giusta considerazione, che si basano sul concetto della ricerca e analisi dinamica.

Il dinamismo, lo studio del movimento dei numeri, i loro cambiamenti e il loro riproporsi sono, secondo il nostro modo di pensare, la migliore strada percorribile, perché a fronte di tutte le comparazioni possibili che hanno dimostrato, e continuano a dimostrare, nel tempo, che a parità di eventi possibili, quindi di giocate da effettuare, hanno di gran lunga tempi d’attesa inferiori di molti altri.

Badate bene che per dinamismo non intendiamo esclusivamente, ad esempio, numeri che transitano in una specifica fascia di ritardo, oppure numeri che occupano posizioni specifiche successivamente a una estrazione, o cose a queste paragonabili, bensì applichiamo il concetto di dinamismo su tutte quelle situazioni statistiche che lo consentono.

L’argomento è ampio e interessante e vi torneremo su quanto prima.

Al momento desideriamo ritornare su una situazione statistica altamente favorevole, almeno sotto l’aspetto del riscontro del ritardo che, anche in questa circostanza, osserva una situazione non di dinamismo inteso come movimento di numeri, ma di creazione di combinazioni dinamiche che si determinano successivamente a specifiche dinamiche dovute e, in questo caso, si tratta del ritardo di livello di sei ambi secchi, uno per ruota, che si sono venuti a creare contemporaneamente 879 estrazioni fa, di contro a uno storico massimo che conta 863 concorsi.

Questi gli ambi da tenere in considerazione dall’estrazione del lotto di oggi 11/02/2014

Ba 13.68 – Ca 11.84 – Mi 52.79 – Pa 18.27 – Ro 53.83 – To 68.78