San Tommaso Becket Santo del giorno per il 29 dicembre

0
3482
Santo del giorno per il 29 dicembre
Santo del giorno per il 29 dicembre

San Tommaso Becket

Santo del giorno per il 29 dicembre

21 dicembre 1118 – 29 dicembre 1170 )

La storia di San Tommaso Becket

San Tommaso, figlio di un nobile inglese, Gilbert Becket, nacque nel giorno consacrato alla memoria di San Tommaso Apostolo, il 21 dicembre 1117, a Southwark, in Inghilterra.

Era dotato sia di natura che di grazia con regali che lo raccomandavano ai suoi simili; e suo padre, sicuro che un giorno sarebbe diventato un grande servitore di Cristo, confidò la sua educazione a un monastero.

Il suo primo impiego fu nel governo della polizia di Londra. Lì fu obbligato ad apprendere i vari diritti della Chiesa e del braccio secolare, ma già vedeva così tante ingiustizie imposte al clero che preferiva lasciare quell’occupazione piuttosto che partecipare all’iniquità. Era perfettamente casto e sincero, e nessun insulto poteva far vacillare il suo odio per ogni forma di azione segreta.

Fu assunto allora dall’Arcivescovo di Canterbury, che lo mandò in missione a Roma e gli permise di studiare diritto civile all’Università di Bologna (Italia) per un anno intero. Dopo alcuni anni, assistendo al suo perfetto servizio, lo fece suo arcidiacono e lo dotò di numerosi benefici.

La virtù e la forza del giovane ecclesiastico ben presto lo raccomandarono anche al re, che ne fece il suo Lord Cancelliere. In quell’alto ufficio, mentre era inflessibile nella resa della giustizia, era generoso e premuroso per il sollievo dalla miseria. Era severo con se stesso, spendendo la parte migliore di ogni notte in preghiera.

Spesso impiegava una disciplina, per essere meno soggetto alle rivolte della carne contro lo spirito. In una guerra con la Francia ha vinto il rispetto dei suoi nemici, compreso quello del giovane re Luigi VII. A Saint Tommaso, il suo sovrano, Enrico II, ha confidato l’educazione del principe ereditario.

Della formazione del futuro re e dei giovani signori che componevano la sua suite, il cancelliere si prodigò con estrema cura, sapendo bene che la forza di uno stato dipende in gran parte dalle prime impressioni ricevute dall’élite della sua gioventù.

Quando l’arcivescovo Theobald di Canterbury morì, il re insistette sulla consacrazione di san Tommaso al suo posto. San Tommaso dapprima rifiutò, avvertendo il re che da quell’ora la loro amicizia sarebbe stata minacciata dai suoi stessi doveri di sostenere i diritti della Chiesa contro le violazioni del sovrano, le cui tendenze non erano diverse da quelle dei suoi predecessori. Alla fine fu obbligato dall’obbedienza a cedere.

L’inevitabile conflitto non tardò ad arrivare. San Tommaso resistette quando i cortigiani del re redassero una lista delle usanze reali a Clarendon, dove era riunito il parlamento del re, e Enrico obbligò tutti i vescovi e i signori a firmare una promessa per mantenerli senza alcuna restrizione.

Molti di questi finti costumi hanno violato le libertà della Chiesa, e alcuni sono stati addirittura inventati per l’occasione. San Tommaso, costretto in coscienza a resistere, fu presto oggetto di persecuzione, non solo dal re irritato, ma da tutti coloro che avevano giurato fedeltà alle sue nefande azioni.

San Tommaso si rifugiò in Francia sotto la protezione del generoso Luigi VII, che resistette con successo agli sforzi ripetuti di Enrico per allontanare il suo favore dall’arcivescovo. Il Papa a quel tempo era in Francia, e anche lui era assediato dagli emissari di Henry, ma sapeva bene come pacificare le menti e proteggere il difensore della Chiesa.

Tommaso si ritirò in un monastero benedettino per due anni, e quando Henry scrisse una lettera minacciosa al suo abate, si trasferì in un altro. Dopo sei anni, il suo ufficio ristabilito come legato apostolico del Papa, titolo che Henry gli aveva strappato per un po ‘, tornò in Inghilterra, per predicare di nuovo e imporre l’ordine nella sua sede.

Sapeva bene che era per il martirio che era destinato; è riferito che la Madre di Dio gli apparve in Francia per predirlo a lui, e che lo ha presentato per quell’intenzione con una pianeta rossa. A quel tempo il caso dell’arcivescovo perseguitato era noto a tutta l’Europa cristiana, che simpatizzava con lui e suscitava dal re Enrico un’apparizione di conciliazione.

Alcune parole che il capriccioso Henry parlò a certi cortigiani che odiavano Tommaso, bastarono a quest’ultimo per decidere di eliminare il prelato che contravveniva a tutte le loro azioni non cristiane.

Hanno violato un chiostro e una cappella monastica per entrare là mentre stava assistendo al Vespro; il Santo stesso ha impedito ai monaci di resistere agli assassini alla porta. Rifiutando di fuggire dalla chiesa mentre gli assassini lo chiamavano a fare, fu ucciso davanti all’altare, da colpi ripetuti crudeli e sanguinari sulla testa. Morì, dicendo: muoio volentieri, per il nome di Gesù e per la difesa della Chiesa.

Le azioni del Papa in questo conflitto chiariscono ciò che tutta la storia insegna: la vita dei santi della Chiesa comprende la storia del mondo. L’umiltà di Tommaso lo aveva spinto, dopo un momento di debolezza che si era manifestato in una situazione difficile, a giudicarsi inadatto al suo ufficio e ad offrire le sue dimissioni da Arcivescovo.

Il Papa non ha esitato un attimo a rifiutare le sue dimissioni. Giudicò con saggezza apostolica che se Tommaso dovesse essere privato del suo rango per essersi opposto alle ingiuste pretese dei reali inglesi, nessun vescovo avrebbe mai osato opporsi alle violazioni dell’ingiustizia sui diritti della Chiesa, e la Sposa di Cristo non sarebbe più sostenuta da colonne di marmo, ma da canne piegate al vento.

L’Arcivescovo martire fu canonizzato da Papa Alessandro III il Mercoledì delle Ceneri, 1173, non ancora tre anni dopo la sua morte, il 29 dicembre 1170, all’edificazione di tutta la Chiesa.

Riflessione

Nessuno diventa un santo senza lotta, specialmente con se stesso. Tommaso sapeva di dover difendere la verità e il diritto, anche a costo della sua vita. Dobbiamo anche prendere posizione di fronte alle pressioni – contro la disonestà, l’inganno, la distruzione della vita – al costo della popolarità, della convenienza, della promozione e di beni ancora più grandi.


San Tommaso Becket è il Santo Patrono di:

Clero Secolare Cattolico Romano

Previsioni di gioco valide 6 colpi ad iniziare dalle estrazioni dal 29/12/2018

LOTTO

Torino e Bari ambata 47

Per ambo e terno a Tutte 47.26.51

MILLIONDAY

19.45.54.17.44

10eLotto SERALE

62.30.41.90.56.74.66.85.17

SUPERENALOTTO

10.60.38.36.45.88