Home » Metodi » Metodi di Autori » Previsioni…simmetriche
<

Previsioni…simmetriche

Nella stesura dei miei metodi incorro, a volte, in qualcuno che si presenta immediatamente molto affidabile. Quello di questa occasione è uno di questi.

La tecnica, leggermente complessa nella sua articolazione, permette di ricavare due ambate da mettere in gioco nella ruota che ne ha concesso l’applicazione. Si tratta di cercare un compartimento che abbia visto estrarre un ambo in cadenza, quindi di ricavare il rispettivo numero in figura dei due estratti, abbinarli tra loro e, al risultato dell’abbinamento, sommare il fisso 30. Rintracciare i due numeri che fanno parte della stessa terzina simmetrica di questo numero ed ecco le due ambate. Per ambo abbinare i numeri della stessa cadenza, costruendo 7 terzine.

E’, come ho detto, un po’ complicato, ma con un esempio pratico renderò chiaro il tutto.

Il 6 febbraio 1993, nella ruota di Genova, usciva l’ambo in cadenza 49-19. Ricordo che per ambo in cadenza si intende una coppia di numeri che abbiano in comune la stessa cifra dell’unità finale.

Trovata la condizione richiesta si devono trovare i valori in figura dei due estratti. Per fare ciò, una tecnica abbastanza semplice, consiste nel sommare tra loro cifre di ciascun estratto, sino ad ottenere un numero di una sola unità. Quell’unità esprimerà il valore in figura. Nel caso del 49 si aveva che 4+9=13. Essendo 13 un numero di due cifre occorre proseguire con la somma, quindi si otteneva che 1+3=4, dove 4, un numero di una sola unità, rappresenta il valore in figura. Per il numero 19 si otteneva che 1+9=10=1+0=1, valore in figura. Abbinando questi due valori, il 4 e l’1, si ottiene il numero 41. Il seguente passaggio era quello di aggiungere il valore fisso 30 al 41 e si aveva che 41+30=71.

Già in altre circostanze ho avuto modo di parlare delle terzine simmetriche. Con il termine di terzine simmetriche vengono indicate le 30 terzine possibili che si formano con i 90 numeri, le quali hanno tutte la caratteristica di essere composte da tre valori distanti, tra loro, di 30 unità. Immaginando i 90 numeri in una circonferenza, perciò, avremo modo di osservare il fenomeno corrispondente. Se analizzate la terzina corrispondente del numero 71, troverete che fanno parte di quella serie i numeri 41 e 11. Scartando il 71 che ci permette di trovare la terzina, per ambata vanno giocati i due numeri restanti. Le due ambate, pertanto, erano date dai numeri 41 e 11, mentre, per la sorte dell’ambo andavano abbinati i numeri rimanenti della cadenza 1, cioè i numeri 1-21-31-51-61-71-81.

Alla terza settimana di gioco si presentava il 41 e forniva l’ambo 41-71.

Analizziamo velocemente un altro caso. Nella stessa estrazione usciva a Napoli l’ambo, in cadenza 5, 65-15. I valori in figura dei due estratti erano dati da 6+5=11=1+1=2 e da 1+5=6. Dall’abbinamento dei due numeri si ricavava il numero 26. Addizionando il fisso 30 al 26 si aveva che 26+30=56. Il 56 è in comune con i numeri 26 e 86: le due ambate. Al 3 colpo di gioco si proponeva l’ambata 86. Credo abbiate afferrato come procedere, quindi ora potete proseguire anche da soli nelle vostre prove.

(Tratto dagli archivi di Lotto Gazzetta)

Indicazioni di gioco dalle estrazioni del lotto di oggi 08/05/2017

Bari ambate e ambo 52.82

terzine per ambo 

52.82.2

52.82.12

52.82.22

52.82.32

52.82.42

52.82.62

52.82.72

Gino Pinna

Lascia un Commento