Passate… certezze

0
123
estrazioni del lotto
estrazioni del lotto

estrazioni del lottoPassate… certezze

Le prospettive di gioco, a medio e lungo periodo, sono la sintesi di particolari previsioni che traggono la loro fondatezza dai passati riscontri.

Non ci stancheremo mai di ripetere, e di affermare, che non esistono certezze assolute su cui puntare, ma solo certezze passate da prendere come pietra di paragone e, anche in questo caso, di ricordare che ciò che è stato non, necessariamente, tornerà ad essere così come lo abbiamo conosciuto.

Continuiamo a ricevere, ora ogni tanto e non più frequentemente come prima, qualche email di persone che sono nella convinzione che noi si possegga la cosiddetta “palla di vetro”, e ci esortano a dare loro pronostici anche dietro pagamento.

[sociallocker id=”11758″]

Che esistano ancora queste categorie di persone di sconforta, perché non è un comportamento che rientra nel nostro stile e se abbiamo, come la chiamano loro, qualche “dritta”, noi non facciamo altro che pubblicarla qui sulle pagine del sito.

Cogliamo così l’occasione di dire a tutte queste persone, che in giro ci sono tanti e tanti altri più bravi di noi, che da sempre vendono previsioni e cose del genere.

E, immancabilmente, torniamo sempre su un discorso trito e ritrito, ma scusate non vi siete mai chiesti come mai chi ha il dono di questa infallibilità al gioco del lotto, poi, vende previsioni per qualche decina di euro?

Se noi fossimo bravi come loro, ma anche un po’ di meno, ci accontenteremmo di giocarle noi le previsioni perché tanto, da come si legge e da come dicono, sono infallibili.

Purtroppo, però per noi e per Voi che ci seguite, non possediamo le loro stesse facoltà, noi siamo solo capaci di studiare, di provare a capire, perché certi fenomeni avvengono ed anche se, in tantissime circostanze le nostre supposizioni si sono dimostrate vincenti, non le abbiamo decantate oltre qualche lecita segnalazione.

Anche l’aspetto divulgativo ci frena e ci trattiene sotto altri aspetti.

Esistono persone, più che altro “personaggi”, che con il loro comportamento e con il loro modo di essere calpestano e defraudano il lavoro di chi si applica e, ingenuamente, gli si affida.

Spesso siamo contattati da studiosi di spicco, che conosciamo da decenni, perché da parte nostra c’è sempre stato il massimo rispetto nei loro confronti e raccogliamo le loro lagnanze.

Se solo volessimo potremmo fare un libro in tal senso, ma ci limiteremo a dire, ad esempio, che qualcuno scrivendo e apportando il loro personale contributo, costruito con anni e anni di studio e applicazione, su qualche giornale del lotto, anche nuovo, si trovano nella situazione di non essere padroni intellettualmente del loro lavoro e dei loro studi, perché il fatto di prendere una retribuzione per l’articolo pubblicato, rende l’editore libero di usare e abusare di quel determinato lavoro, mentre  di fatto l’articolista ne è solo e soltanto l’esecutore e non ha diritti su quello che scrive.

Bene sarebbe, per correttezza e onestà verso gli altri, che si dia a Cesare quel che è di Cesare, sottoscrivendo un regolare contratto, da ambo le parti, dove si dice che gli articoli pubblicati sono sì di proprietà dell’editore, ma che se riutilizzati per altri scopi come dispense, tabelle o libri, il vero autore ne abbia a ricevere non solo la misera “Gloria”, ma partecipi agli eventuali utili ottenuti. Sarebbe ora che qualcuno si svegli in tal senso.

Il caso nostro è diverso, noi ci troviamo nella condizione di trattenerci dal pubblicare alcuni studi, perché c’è sempre qualche furbo nascosto dietro il primo angolo ad approfittarne.

Fortunatamente le leggi in tal senso stanno cambiano ed esistono, in altri stati europei, già aspetti giuridici che salvaguardano la proprietà intellettuale, affibbiando multe salatissime, e non solo, a chi non ne rispetta le regole. Ora, tra l’altro, valgono anche sul web.

Si è vero, siamo uscito fuori dal tema iniziale, ma è servito, speriamo, a dimostrare che in questo grande “mare” che è il mondo del lotto, c’è sempre qualche “pesce… cane” pronto ad approfittare della buona fede, ed anche del bisogno, altrui.

Palermo 23.58.90, ambo anche tutte

[/sociallocker]