Metodo e statistica per vincere al LOTTO

0
47
Metodo e statistica per vincere al LOTTO
Metodo e statistica per vincere al LOTTO

Metodo e statistica per vincere al LOTTO

È inutile illudersi e credere che per qualcuno sia davvero possibile conoscere i prossimi numeri che usciranno.

Non esistono metodi, magie, stregonerie e cose del genere che possano dare questo tipo di previsioni. Giocare al Lotto è facile, ma vincere è davvero difficile.

Certo c’è sempre qualcuno (davvero pochi) che ad ogni estrazione riescono a vincere, tuttavia è un’alternanza di “vincitori”, nel senso che vincere per due o tre volte di seguito è molto raro.

Dunque se vincere è davvero così difficile, ha senso giocare al Lotto?

La risposta a questo quesito non è semplice darla. In linea di massima, come abbiamo detto, le difficoltà sono tante, ma un minimo di probabilità favorevole esiste per qualsiasi sorte e combinazione si voglia giocare.

C’è chi si affida ai sogni, chi ai maghi, altri agli oroscopi. C’è chi usando la ragione segue metodi, sistemi, statistiche, ma quale che sia la tipologia di gioco adottata, non è possibile stabilire se, tra quelle elencate, ce ne sia una da preferire.

Ogni puntata è indipendente dalle altre, dato che i numeri (così di dice) non hanno memoria, eppure giocando sempre la stessa combinazione, prima o poi ci si azzecca.

Naturalmente è più facile “azzeccare” quando si gioca un numero per ambata, oppure due numeri per ambo a Tutte, mentre l’ambo secco a ruota, il determinato, per non parlare del terno e della quaterna (la cinquina non sappiamo nemmeno cos’è) sono così difficili che si potrebbe invecchiare a stargli dietro.

In molti ci domandano modi di operare per avere un minimo di speranza per vincere, ma qui, in questo gioco, non esistono certezze.

L’unico modo, a nostro avviso, è quello di affidarsi alla probabilità statistica, da non confondere con la probabilità matematica, anche se in alcuni casi si tende erroneamente a definirla in questo modo.

La probabilità statistica esamina tutti i casi accaduti di un certo evento e ne calcola tutti i positivi e i negativi.

Ammettiamo ad esempio di esaminare 100 casi di gioco.

98 di questi sono stati positivi, mentre 2 casi sono stati negativi.

Possiamo affermare che nel 98% delle volte si è vinto, e soltanto il 2% delle volte si è fallito.

La previsione che stiamo per proporre è proprio di questo tenore e consiste nelle seguenti caratteristiche.

Ogni volta che il numero 50 è stato estratto come 3° estratto nella ruota di Torino, nelle immediate 9 estrazioni successive, nei 63 casi riscontrati dal 1946 ad oggi, 3 numeri hanno sempre fornito la vincita minima dell’ambata nella ruota di Firenze, nel 98,41% delle volte.

In pratica soltanto con l’evento del 3 gennaio 2012, si è registrato l’unico caso negativo.

A seguire i tre numeri da giocare, con l’avvertimento che benché la statistica suggerisca molto attendibile l’esito, non esiste però nessuna certezza.

Indicazioni di gioco per 9 colpi, ad iniziare dalle estrazioni del lotto del 27/06/2019

Firenze per ambata e ambo

35.43.50

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.