L’AMBATA INCOMBENTE: E’ la volta del numero “70”

0
78

Aggiornamento e riproposizione dell'intervento a corredo.

Se da un lato i metodi sono la base di molti giocatori, la statistica diventa essenziale anche per loro perché permette di valutare l’affidabilità, o meno, dei risultati ottenibili.

D’altra parte, però, è la statistica stessa la vera fonte attendibile in grado di stabilire se, in base al ritardo, alla frequenza, allo scarto, ecc., se una certa circostanza di gioco si appresta ad un possibile sfaldamento.

La ricerca statistica, infatti, è secondo il mio punto di vista il fattore essenziale per puntare con decisione ed efficacia alla vincita, anche se i tempi d’attesa, a volte, si allungano di là delle nostre aspettative.

Di analisi se ne possono utilizzare molte ed è indifferente la natura stessa del loro procedere, l’importante è che i dati di confronto, ottenuti da un qualsiasi esame, indichino che lo stato attuale è prossimo o ha superato i suoi precedenti storici.

Dopo questo preambolo, è mio desiderio discutere di una situazione davvero molto promettente, in quanto ci troviamo in una circostanza che non ha uguali in tutta la storia del lotto, dal dopo guerra ai nostri giorni.

L’analisi verte su un aspetto investigativo particolare basato sul seguente concetto.

Immaginiamo di avere un contenitore di 18 strati o livelli, dove in ogni strato sono presenti cinque settori e ciascuna di queste posizioni corrisponde ad un ben preciso numero di settore.

Essendo 18 i livelli e cinque i settori per livello, avremo un totale complessivo di settori pari a 90, come i numeri del lotto. (vedi foto in basso)

Il contenitore si sviluppa dal basso verso l’alto e nel livello più basso inseriamo l’ultimo numero estratto nell’ultima estrazione, che occuperà il settore numero 90, quindi il penultimo occuperà il settore 89, poi il terzultimo il settore 88 e così, a salire, sino al numero più ritardato che occuperà il settore numero 1.

Stabilito ciò è ovvio che ciascun settore sarà occupato, di estrazione in estrazione, da un numero diverso e questa “dinamicità” comporta un movimento continuo che è possibile calcolare, naturalmente disponendo dei mezzi adatti, in modo tale da sapere se esistono situazioni prossime ad eventuali sfaldamenti.

Spero di essere stato chiaro nell’esposizione, e se così non fosse invito chi avesse dubbi a esporli, in maniera che si torni sull’argomento e chiarire.

Come ho anticipato ho rintracciato una circostanza davvero unica e consiste in quanto sto per dire.

Il settore numero “45”, in tutta la storia del lotto che va dal dopo guerra a oggi, e in tutte le 11 ruote, non ha mai tardato oltre le 142 estrazioni per veder cadere il numero in transito, ma ora stiamo assistendo a qualcosa di inatteso.

(Segue a pag. 2)