COSA SONO GLI ANGELI?

0
128
Cosa sono gli angeli
Cosa sono gli angeli

Molte persone hanno credenze negli angeli e quelle credenze possono variare. Da visitatori misteriosi a enormi esseri alati di luce, gli angeli affascinano le persone spirituali. Diamo un’occhiata alle nostre credenze negli angeli, dai riferimenti biblici e religiosi a ciò che sospettiamo di essere realmente dopo aver esaminato le prove.

Pensiamo che troverai interessante la nostra interpretazione degli angeli, degli spiriti illuminati.

IL SIGNIFICATO DEL TERMINE “ANGELI”

La parola angelo nelle lingue ebraiche e greche originali significa  messaggero . Un angelo è uno spirito che porta un messaggio. Tuttavia, tu ed io siamo spiriti e anche noi possiamo portare un messaggio l’un l’altro. Con questa definizione, consideriamo innanzitutto che un angelo potrebbe essere chiunque porti un messaggio a un’altra persona o persone, indipendentemente dal lato della tomba.

ANGELI SECONDO PSYCHICS

Gli angeli sono spesso confusi con gli spiriti illuminati perché lo sono spiriti illuminati, ma esistono ad una vibrazione più alta, o proprietà, di spiriti che si elevano. Permettici di spiegare. Tutti gli spiriti, tutta la vita, stanno crescendo, maturando, aumentando di coscienza.

Più noi, esseri umani, comprendiamo chi siamo come persone, più alto eleviamo nella comprensione; e, questo è ciò che intendiamo per vibrazione (pensate che la luce e il suono siano “onde”).

A causa dell’essere più elevati, o diciamo più avanti nel loro percorso di vita, gli spiriti angelici non sono sempre riconosciuti in forma umana. Coloro che hanno imparato a percepire gli angeli spesso li descrivono come forme di colori perché è il meglio che sono in grado di vederli dal piano terrestre inferiore alla vibrazione. Questa idea è abbastanza simile a come alcune persone sono in grado di rilevare le aure (modello energetico) delle persone. Altri dicono di poter “sentire”

Secondo molte fonti, specialmente quelle che pretendono di comunicare con gli esseri angelici, gli angeli sono spiriti elevati che possono o non possono essere stati in forma umana in una o più volte. Possono anche scegliere di agire come guide spirituali e spesso rimangono senza nome. Gli angeli possono anche apparire in una forma maschile o femminile per scelta.

ANGELI TROVATI NELLA BIBBIA

Per il bene delle credenze occidentali, diamo un’occhiata a ciò che possiamo trovare nella Bibbia sugli angeli. Dopo tutto, è una raccolta di vari manoscritti di diversi autori dell’antichità. Gesù, leggiamo, abbiamo comunicato parecchio con gli angeli, e questo potrebbe fornirci qualche indizio su chi siano. Nel Nuovo Testamento ci viene detto che Gesù fu sorvegliato dagli angeli, che avrebbe potuto chiamare 10.000 angeli se ne avesse avuto bisogno e che gli angeli salirono e scesero su di lui. Cosa significa? Gesù citò e interpretò Genesi 28 su Natanaele (quando Giacobbe vide una scala che si estendeva dalla terra verso i cieli) nel seguente passaggio della Bibbia:

“E gli disse: In verità, in verità ti dico che di seguito vedrai il cielo aprirsi e gli angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell’uomo”. – Giovanni 1:51

Cosa sono gli angeli? Natanaele, leggiamo, vide i miracoli, i segni fisici e le parole illuminate che Gesù pronunciò mentre comunicava e lavorava con gli angeli. Ciò fu ulteriormente dimostrato più tardi nel Nuovo Testamento da altri discepoli ed è stato chiamato il Monte della Trasfigurazione dagli studiosi della Bibbia:

“E dopo sei giorni Gesù prese Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello, e li portò su un alto monte a parte, e fu trasfigurato davanti a loro: e la sua faccia brillò come il sole, e le sue vesti erano bianche come la luce. Ed ecco, apparve loro Mosè ed Elia a parlare con lui “. Matteo 17: 1-3

Supponiamo che Gesù stesse rotolando indietro il velo che copre gli occhi dell’umanità, rivelando ciò che potrebbe accadere dietro il nostro mondo fisico. In altre parole, ha mostrato ai suoi discepoli fidati il ​​mondo degli spiriti in azione. L’ascensione e la discesa dei messaggeri, o degli angeli, è semplicemente una comunicazione a due vie tra lo spirito (regno invisibile) e il mondo fisico (terra). I messaggeri ci parlano, come hanno fatto Mosè ed Elia con Gesù, e dirigono, guidano e assistono coloro che sulla terra sono aperti alla loro comunicazione. Questo è ciò con cui Gesù stava comunicando quando pregava il suo Padre celeste. La parola padre in greco significa antenato, insegnante, trasmettitore o generatore. Mosè ed Elia sarebbero certamente insegnanti e guide spiritualmente illuminati – antenati. L’idea di ascensione e discensione indicherebbe l’idea di alto e basso, comunicazione tra quelli in spirito e quelli sulla terra. Ciò che è più scioccante per alcuni è che gli angeli furono rivelati come Mosè ed Elia, esseri umani disincarnati che sono ancora vivi, nello spirito e comunicano con Gesù.

Oltre a questa idea che gli angeli sono spiriti umani illuminati o elevati, dovremmo anche guardare ad alcuni passaggi biblici aggiuntivi, scritti dagli antichi. È interessante notare che ogni volta che gli angeli vengono descritti nella Bibbia come portatori di messaggi, sono sempre in apparenza umani. Ad esempio, quando gli angeli visitarono Lot (Genesi 19) prima della distruzione di Sodoma, sappiamo che apparivano come uomini perché venivano chiamati uomini:

“E vennero due angeli a Sodoma alla sera, e Lot si sedette alla porta di Sodoma; e Lot vedendoli si levò per incontrarli, e loro (uomini di Sodoma) chiamarono Lot e gli dissero: Dove sono gli uomini che è venuto a te questa notte?

NOMI DI ANGELI POSSONO FORNIRE PIÙ COMPRENSIONE

I nomi degli angeli terminano tipicamente in “el” che in ebraico significa “Dio”. Ma il nome di un angelo rivela cosa sono gli angeli: il nome dell’angelo “Gabriele” significa “uomo di Dio”. Ora sapendo questo, dai un’occhiata al nome dell’arcangelo Michele. Il suo moniker si traduce in “chi è come Dio”. Mettendo insieme questo, possiamo forse tracciare un altro indizio sugli angeli: gli angeli sono uomini che sono come Dio. In altre parole, gli angeli possono essere illuminati, gli spiriti umani.

SE ACCURATI, GESÙ CI HA DETTO CHI SONO GLI ANGELI

Il seguente versetto biblico afferma chiaramente che noi siamo angeli. Gesù ha spiegato la metafora proclamandola in Matteo 22:30:

“Poiché nella risurrezione essi (noi) non si sposano, né sono dati in matrimonio, ma sono come angeli in cielo”.

La religione occidentale tradizionale potrebbe farvi credere che questo passaggio significhi che alcuni di noi saranno solo simili agli angeli, ma questo non è ciò che vede Gesù rivelare. Gesù sembra chiarire che noi siamo gli angeli (altre traduzioni, specialmente di Luca 20:36, usano le parole uguali agli angeli) che hanno perso la nostra prima proprietà, nel senso che, mentre siamo legati alla terra, non sappiamo chi siamo veramente. Ciò renderebbe la razza umana, in un certo senso, angeli caduti.

Questo potrebbe essere il motivo per cui è stato scritto che ha detto che saremo come gli angeli (che non sono caduti), un giorno; forse, Gesù stava cercando di aiutarci a comprendere una verità incredibile: siamo gli angeli caduti che hanno perso la strada e saranno restaurati.

Questo restauro è la risurrezione, il che significa un risveglio dalla morte. Simbolicamente, la Bibbia afferma che un terzo degli angeli perse il loro posto precedente e cadde dal cielo. I cieli rappresenterebbero il regno superiore o lo “spirito”.

La caduta si sarebbe allontanata dalla luce e dalla verità e verso l’oscurità, o forse, la caduta sarebbe stata la nostra apparizione temporanea su questo piano fisico. (L’oscurità rappresenta sempre l’essere “perso” o ” Leggiamo di loro che hanno rango o gerarchie, ma forse questo è indicativo della loro elevazione: quale grado di illuminazione (comprensione) possiedono.

Forse, la vita è un viaggio che non finisce mai – e questo include una crescita spirituale senza fine che è l’ascensione (o l’elevazione della conoscenza). Leggiamo di loro che hanno rango o gerarchie, ma forse questo è indicativo della loro elevazione: quale grado di illuminazione (comprensione) possiedono.

Forse, la vita è un viaggio che non finisce mai – e questo include una crescita spirituale senza fine che è l’ascensione (o l’elevazione della conoscenza).

Ora che conosci molti nomi di angeli che terminano con el , è chiaro che gli angeli mantengono uno status elevato all’interno della Bibbia e in molte religioni. Leggiamo che nella Bibbia Gesù fu chiamato, Immanuel (avviso, ancora una volta, la EL ), o Dio con noi. La vita di Gesù aveva un semplice ma difficile (perché deve essere spiritualmente ascoltato) per comprendere il messaggio; e non era quello che le istituzioni religiose ti avrebbero insegnato, oggi.

Questo è il motivo per cui era considerato un radicale ai suoi tempi. Il suo messaggio era che la religione ha contribuito a renderci ciechi dalla verità di chi siamo veramente e che ognuno di noi ha la capacità di comunicare con chi è dall’altra parte che è nello spirito.

Questi messaggeri, o angeli, di cui siete anche voi, guidano e assistono tutta l’umanità nel comprendere la verità. Gesù lo affermò a modo suo: “Il Regno di Dio è dentro di te.” Ciò indicherebbe che lo Spirito eterno (pensa l’energia) è dentro tutti noi, e tutti noi facciamo parte di quell’unico, eterno Spirito.

Guardando la parola ‘el’, ancora, nell’Antico Testamento della Bibbia, siamo chiamati, Elohim, che significa ‘dei’. Gli Elohim sono spesso erroneamente tradotti come Dio nella Bibbia dell’Antico Testamento; ma è chiaro che le persone sono gli Elohim, i messaggeri, gli angeli o gli dei su entrambi i lati del velo. Andare in giro mentre gli umani nei corpi fisici, ignari di essere dei, è precisamente ciò che Gesù stava cercando di proclamare in Giovanni 10: 33-34:

“Non ti lapidiamo per nessuno di questi, risposi agli Ebrei, ma per blasfemia, perché tu, un semplice uomo, pretendi di essere Dio. Gesù rispose loro, non è scritto nella tua Legge (creduto di essere dato da Dio) “Ho detto che sei un dio?”

Gesù stava citando un passaggio dal Salmo 82, dove l’umanità è chiamata dei. È un passaggio che mostra chiaramente che tutti noi esistiamo in Dio, o Spirito, come dei, ma non sappiamo chi siamo veramente e camminiamo nell’oscurità a causa di esso:

“Gli dèi stanno nella congregazione di Dio, governa tra gli dei, non sanno, né capiscono, camminano avanti e indietro nelle tenebre: tutte le fondamenta della terra sono scosse”. Dissi: Tu sei dei, e tutti di voi, figli dell’Altissimo, ma voi morirete come uomini “. – Salmo 82: 1, 5-7

Gli angeli che sono caduti, tutta l’umanità per quella materia, saranno resuscitati per capire chi siamo. Saremo ricongiunti con i nostri cari, anche se non sono lontani e sono con noi, anche adesso. Questo è il grande mistero di chi siamo e cosa può aspettarci nella vita.

Numeri generali, per il LOTTO, degli angeli in gematria

Tutte per ambo e terno 48.30.24

Sommario