Home » Articoli Lotto » News Lotto » Tavola del Cappuccino: metodo del salto verticale
<

Tavola del Cappuccino: metodo del salto verticale

Questa famosa tavola è una fonte inesauribile di idee e applicazioni di ricerca, perché attraverso di essa è possibile creare dei metodi per ricavare previsioni al gioco del lotto.

La tecnica che andremo ad osservare è un po’ particolare e, per metterla in pratica, è necessario avere a disposizione la tavola, perché per riscontrare le caratteristiche richieste è obbligatorio poterla visualizzare.

Ho già avuto in altre occasioni l’opportunità di presentare alcuni miei trattati sulla Tavola del Cappuccino, e da questi miei studi in molti hanno avuto l’occasione di capirla in molti suoi innumerevoli aspetti.

Oggi osserveremo la Tavola in uno dei suoi aspetti di base, ovvero nella sua suddivisione in quadrati 3X3, dove ogni quadrato contiene 9 numeri ed ogni quadrato ha la caratteristica di avere sei coppie di numeri, in verticale, che hanno la stessa cadenza. (In allegato all’articolo c’è la foto con la relativa suddivisione dei quadrati 3X3).

La condizione necessaria, per mettere in pratica la metodologia che accingo ad esporre, consiste nell’osservare le estrazioni che si tengono nella stazione di Firenze e quando si registra un ambo in cadenza, presente in verticale in uno dei 36 quadrati 3X3, si potrà operare con fiducia e puntare alla vincita.

Quando si verifica questa circostanza, si dovrà prendere in esame il II° estratto delle ruota di Firenze e sommarlo con l’ambo in cadenza 20.40, il quale ambo è fisso ed è stato ricavato attraverso una metodologia segreta che non svelerò.

I due numeri che si ricaveranno saranno le due ambate da mettere in gioco, nelle nove estrazioni successive, nella ruota di Genova.

Per ricavare una quartina da giocare per ambo, sempre nella ruota di Genova nelle 9 estrazioni dopo avere riscontrato la condizione per operare, si prende prima il numero 20 e gli toglie il fisso 5, ed otteniamo 15. Prendiamo sempre il numero 20 e gli sommiamo il fisso 8 ed otteniamo 28. Prendiamo il numero 40 e gli si toglie il fisso 7 ed otteniamo 33. Prendiamo il numero 40 e gli sommiamo il fisso 18, ed otteniamo 58.

A questo punto abbiamo ricavato le chiavi fisse 58.33.28.15.

Queste chiavi si dovranno sommare al I° estratto della ruota di Firenze, e i quattro numeri che si otterranno rappresenteranno la quartina per ambo da mettere in gioco nella ruota di Genova nei nove colpi successivi.

Ho testato questa procedura in circa due anni di prove ed è risultata sempre vincente, realizzando l’ambata o la vincita dell’ambo.

La tecnica è adatta per tutti coloro a cui piace ricavare le previsioni da sé e che hanno la pazienza di aspettare l’evento favorevole, nonché di sedersi a tavolino e farsi i conti.

Ho la certezza che in molti lo faranno e avranno così la possibilità di verificare la bontà di questa procedura.

Indicazioni di gioco per tre colpi, valide dall’estrazione del lotto del 20/10/2015

[sociallocker id=”36281″]

Genova ambate 28.78

Genova quartina per ambo 58.45.88.63

[/sociallocker]
Tavola del cappuccino estrazioni del lotto del 20/10/2015

Tavola del cappuccino estrazioni del lotto del 20/10/2015

 

Luigi Nappi

Lascia un Commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi