Home » Articoli Lotto » News Lotto » Ambi “ESPLOSIVI”
<

Ambi “ESPLOSIVI”

Alcune concomitanze di natura prettamente statistica indicano, con estrema chiarezza, la possibilità che in tempi presumibilmente brevi, si possa assistere all’atteso deterioramento di alcune circostanze giunte statisticamente allo stremo.

Il perdurare di queste particolari situazioni è alquanto anomalo e, nonostante non esistano certezze assolute in questo gioco, riteniamo improbabile che ancora per molto si possa assistere a questa calma apparente.

In tutte le cose c’è un inizio e una fine e, stando alle nostre personali considerazioni, suggeriamo di seguire almeno una delle situazioni che a breve saranno esposte.

La prima riguarda un concetto analitico di notevole importanza, poiché tratta l’assenza accumulata da due distinti ambi, ma non sotto l’aspetto del semplice ritardo cronologico, bensì del ritardo di livello che questi registrano al momento di questa analisi.

Il ritardo di livello è quel particolare ritardo che si inizia a contare da quando una specifica combinazione numerica si viene a determinare e, nel nostro caso, ci si riferisce al momento in cui dei 10 ambi appartenenti ad una cinquina estratta in una determinata estrazione, ne resta soltanto uno (livello=1).

Il ritardo L=1 si inizia, perciò, a contare dal momento che l’ambo resta solo dopo che tutti gli altri nove sono già caduti.

Questo particolare ritardo, nella storia conosciuta dal dopoguerra ad oggi, non si è mai protratto oltre le 3325 estrazioni, mentre ora noi stiamo registrando che nella ruota di Napoli che un ambo, corrispondete alle caratteristiche appena descritte, viaggia con un ritardo di L=1 pari a 3316 concorsi.

In pratica ci troviamo a soli 9 colpi dall’eguagliare il precedente storico e, teniamo ad aggiungere, che pure Palermo vanta una situazione critica, e lascia intendere che potrebbe anche un ambo presente in questa ruota, avente le stesse caratteristiche, fornire una prossima sua caduta.

L’ambo di Palermo ha un ritardo di L=1 di 3102 estrazioni.

Le situazioni migliori, almeno sotto l’aspetto statistico, ci vengono fornite dal ritardo isocrono di livello e, in questo caso, ci riferiamo a quella quantità di ambi che, in due o più ruote, presentando la stessa quantità di ambi ancora in piedi, si vengono a formare alla stessa data.

Il massimo ritardo di Livello isocrono riferito a tre ruote, con un ambo ciascuna, ha raggiunto dal dopoguerra ai nostri giorni, un’assenza massima di 1552 turni, ma al momento stiamo assistendo ad un forte superamento di questo dato statistico, poiché sono ben due le circostanze osservate che superano questo parametro di riferimento. (RIT. 1752 e 1597)

Da un punto di vista analitico, in virtù di ciò che in passato è successo, è facile presupporre che in tempi abbastanza celeri si assista alla caduta di uno o più di questi ambi, ma da un altro punto di vista consigliamo, si, di seguire questo evolversi, ma di andare cauti con le eventuali puntate, perché il dilungarsi dell’esito non dipende dalle nostre speranze, ma dal comportamento che avranno i numeri all’interno dell’urna.

Per visualizzare gli ambi “ESPLOSIVI” è necessario essere loggati con un social network, altrimenti si dovrà cliccare sul pulsante più in basso e inserire le proprie credenziali quando richiesto.

Ambi “ESPLOSIVI” ad iniziare dall’estrazione del lotto di oggi 01/10/2015

[sociallocker id=”36281″]

AMBI RIFERITI ALLA PRIMA STATISTICA

Napoli 10.40 e Palermo 54.82

AMBI RIFERITI ALLA SECONDA STATISTICA

Ca 35.36, GE 47.51, NA 3.67 (RIT.1752)

CA 11.37, FI 8.75, NA 28.50 (RIT. 1597)

[/sociallocker]

 

 

Gino Pinna

Lascia un Commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi