Gioco del Lotto

Le Principali Regole

Il Gioco del Lotto italiano è regolato dalla legge n. 528 del 2/8/1982 (in G.U. n. 222/82) e dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 560 del 16/9/1996. Attualmente la sua gestione è affidata all’Ispettorato Generale per il Lotto e le Lotterie, Direzione Generale delle Entrate Speciali, con sede in Roma presso il Ministero delle Finanze.

Il Gioco del Lotto si fonda sull’estrazione di 5 numeri tra l’1 e il 90, effettuata su dieci ruote identificate con i nomi di dieci città (Bari, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia) e su un’undicesima ruota da poco istituita: la Ruota Nazionale. 

 

Vediamo come si gioca

Il gioco consiste nel pronosticare tra i numeri compresi tra 1 e 90:

  • uno specifico numero (estratto);
  • un numero specificando la relativa successione ordinale di primo, secondo, terzo, quarto o quinto estratto (estratto determinato);
  • due numeri (ambo);
  • tre numeri (terno);
  • quattro numeri (quaterna);
  • cinque numeri (cinquina) su una singola ruota o su tutte e dieci le ruote o sulla ruota nazionale.

Per accedere al gioco su ogni sorte è necessario effettuare la relativa puntata. Su ogni schedina possono, al massimo, essere indicati 10 numeri.

Le vincite derivano dalla corrispondenza dei numeri pronosticati con quelli estratti.

Le ruote sulle quali è possibile effettuare il pronostico sono le seguenti: Bari, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e la ruota nazionale. Per ogni ruota vengono estratti 5 numeri.

Le sedi in cui le estrazioni avvengono sono:

  • Roma, per le ruote di Roma, Cagliari, Firenze e per la ruota nazionale ( Via Anicia, n. 11 ),
  • Milano, per le ruote di Milano, Genova, Torino e Venezia ( Viale Fulvio Testi, n. 117 )
  • Napoli ( via Amerigo Vespucci, n. 170 ), per le ruote di Napoli, Palermo e Bari a decorrere dall’estrazione del 15/09/2009, sino a tale data le estrazioni delle ruote di palermo e Bari avverranno rispettivamente nelle sedi di Palermo ( Via La Farina, n. 27) e Bari ( Via Amendola, n. 201/205/207).

Le estrazioni sono pubbliche.

Le giocate effettuate “per tutte le ruote” non comprendono la ruota nazionale

La puntata minima è di 1 Euro con incrementi di 0,50 Euro, fino a un massimo di 200 Euro. A seconda della combinazione di gioco prescelta, la posta è, infatti, moltiplicata per i seguenti coefficienti:

  • 11,233 per estratto
  • 55 per estratto determinato
  • 250 per ambo
  • 4.500 per terno
  • 120.000 per quaterna
  • 6.000.000 per cinquina

I moltiplicatori suddetti si riferiscono ad una giocata su una singola ruota.

Il premio massimo cui può dar luogo ogni scontrino di giocata, comunque sia ripartito tra le poste l’importo delle scommesse, non può eccedere la somma di 6 milioni di euro.

Sull’ammontare complessivo delle vincite si applica la ritenuta del 6%.

Dove si può giocare al Lotto

I punti di raccolta del gioco del Lotto sono denominate ricevitorie del lotto, riconoscibili da un numero identificativo.

I ricevitori del gioco del Lotto possono effettuare la raccolta delle giocate dalle ore 5,00 alle ore 24,00, ad eccezione dei giorni di estrazione, in cui la raccolta del Lotto e del 10eLOTTO connesso alle estrazioni del lotto, termina alle ore 19,30.

Come si riscuote

Per incassare le vincite è indispensabile che lo scontrino sia integro ed in originale: nessuna altra documentazione è ammessa in sostituzione. Lo scontrino deve essere presentato per il pagamento entro e non oltre il 60° giorno dalla data dell’estrazione, a pena di decadenza.

Per riscuotere le vincite vi sono modalità di pagamento differenziate a seconda dell’entità:

  • Le vincite di importo non superiore a 531,91 euro sono pagabili in qualsiasi ricevitoria.
  • Le vincite d’importo superiore a 531,91 euro e fino a 2.300,00 euro sono pagabili presso la ricevitoria dove è stata effettuata la giocata, fatta eccezione per le vincite relative agli scontrini sui quali è indicata la possibilità di riscuotere presso qualsiasi ricevitoria; il raccoglitore, su esplicita richiesta del vincitore, può, in alternativa al pagamento in contanti, prenotare l’importo della vincita per il pagamento con accredito bancario.
  • Le vincite di importo superiore a 2.300 Euro, e fino a 10.500, sono pagabili previa prenotazione della vincita presso qualsiasi ricevitoria.
  • Per le vincite superiori a 10.500 Euro gli scontrini vincenti vanno presentati direttamente presso qualsiasi filiale della Banca Intesa San Paolo ed il pagamento sarà effettuato entro 15 giorni dalla data di presentazione all’incasso

Il vincitore può anche inviare lo scontrino, entro il suddetto termine dei 60 giorni dalla data di estrazione, alla Lottomatica (Ufficio riscossioni e pagamenti, sito in Roma, Viale Del Campo Boario 56/D, 00153 ), quale soggetto concessionario della gestione del gioco.

Note informative sulle probabilità di vincita

Lotto: il calcolo delle probabilità

 
Sorte Probabilità 1 su
Estratto (con un solo numero giocato) 18
Estratto determinato 90
Ambetto (con due numeri giocati) 100,32 – 200,33*
Ambo (con due numeri giocati) 400,5
Terno (con tre numeri giocati) 11.748
Quaterna (con quattro numeri giocati) 511.038
Cinquina (con cinque numeri giocati) 43.949.268

I valori espressi nel prospetto, si riferiscono a giocate su singola ruota con il quantitativo minimo di numeri per singola sorte.
*La probabilità massima si ha giocando numeri non consecutivi, la minima giocando numeri consecutivi.

Normativa

Leggi – Decreti legge – Decreti legislativi

Decreti del Presidente della Repubblica – Decreti ministeriali e interministeriali

  • D.P.R. 4 ottobre 2002, n. 240 “Regolamento recante modifica agli articoli 34 e 35 del D.P.R. 7 agosto 1990, n. 303, in materia di pagamento della vincita nel gioco del lotto.
  • D.P.R. 16 settembre 1996, n. 560 “Regolamento concernente la disciplina del gioco del lotto affidato in concessione”.
  • D.P.R. 7 agosto 1990, n. 303 “Regolamento di applicazione ed esecuzione della legge 2 agosto 1982, n. 528 e della legge 19 aprile 1990, n. 85 sull’ordinamento del gioco del lotto”. Decreto 23 marzo 1994, n.239 “Regolamento recante modificazioni al regolamento di applicazione ed esecuzione delle leggi 2 agosto 1982, n. 528 e 19 aprile 1990, n. 85 sull’ordinamento del gioco del lotto adottato dal Presidente della Repubblica 7 agosto 1990, n.303”.
  • D.M. 17 marzo 1993 – pdf (145.76 KB) documento in formato pdf Atto di concessione alla Lottomatica S.p.a. di Roma per la gestione del servizio del gioco del lotto automatizzato.

Decreti direttoriali e interdirettoriali

Lascia un Commento

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi